fbpx

La miglior torta proteica

by

Buongiorno fitfamily! Come state?

Finalmente sono tornata operativa! E sono qui per condividere con voi una delle ricette che ha accompagnato la stragrande maggioranza delle mie giornate di studio (la miglior torta proteica che abbia mai assaggiato), quello matto e disperatissimo del quale ormai, fortunatamente, rimane soltanto un vago ed offuscato ricordo.

Eh sì, perché l’uomo ha una naturale predisposizione a dimenticare il dolore, soprattutto quello forte, lancinante, come accade, se ci fate caso, alla maggior parte delle donne che quando viene chiesto loro di descrivere il dolore del parto, quasi sempre rispondono di esserselo dimenticato.

Ad ogni modo, torniamo alla ricetta … un panettoncino proteico, un mugcake, un tortino che di -ino ha ben poco, dal gusto travolgente.

Ingredienti:

  • 1 uovo
  • 60 g di avena istantanea non aromatizzata
  • 40 g di Back Protein Foodspring (impasto proteico, le cui proprietà non si modificano né disperdono con la cottura, questo impasto ti permetterà di ridurre della metà l’apporto di carboidrati del vostro dolce) non c’è bisogno di lievito poiché questo impasto presenta già al suo interno il cremor tartaro
  • 20 g di shape shake al caramello
  • 1 bicchiere e mezzo di latte scremato
  • 20 g di stevia granulare (io utilizzo la truvia) o altro dolcificante zero calorie q.b.

Procedimento:

  1. In un grande recipiente, rompete e sbattete l’uovo.
  2. Aggiungete la farina di avena e l’impasto proteico a pioggia.
  3. Versate il latte gradualmente fino ad ottenere la giusta consistenza, dolcificate e continuate a mescolare.
  4. Una volta ottenuto un impasto omogeneo e privo di grumi, accendete il forno e portatelo a 180 gradi.
  5. Ungete una tortiera circolare (la mia ha un diametro di 14 cm) con una punta di olio di cocco, versatevi l’impasto, infornate e cuocete per 45 minuti a 180 gradi.

Fatemi sapere cosa ne pensate, se avete fatto delle modifiche o avete consigli! I vostri feedback sono sempre più che graditi! ❤️

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *